Imaging su Istologico

Digitalizzazione, Analisi e Condivisione

La perfetta combinazione tra soluzioni di scansione intelligenti e un'eccellente grado di flessibilità. 

La piattaforma Metafer, sviluppata e prodotta da MetaSystems, contiene tutti gli strumenti necessari per digitalizzare, analizzare e condividere le vostre sezioni istologiche, anche le più grandi e fuori misura standard. Attraverso l'appicazione di algoritmi altamente sofisticati, il nostro software dedicato alla ricomposizione delle immagini (VSlide) genera copie digitali dei vostri vetrini di elevatissima qualità. Tali immagini possono contenere le informazioni sulla scansione lungo l'asse Z del campione, metadati informativi sulla localizzazione di cellule specifiche ed immagini a molteplici livelli in maniera conforme alle loro origini. Un visualizzatore gratuito (VSViewer) permette agli utilizzatori di visionare le proprie immagini da qualunque posizione e qualsiasi strumento digitale, potendo apporre annotazioni, acquisire immagini dall'intero vetrino e visualizzare il campione in fluorescenza con i colori combinati o anche con i singoli canali, per un'analisi più specifica. Altri strumenti presenti in Metafer permettono ancora di identificare ed interpretare specificamente i risultati ottenuti da tutti i singoli core dei vostri TMA, nonché di comparare vetrini digitali di sezioni seriate dello stesso campione ma acquisite con metodiche di contrasto differenti tra loro. Neon integra tutti i dati prodotti e consente di consultarli liberamente in qualsiasi momento, nonché di tracciare tutte le operazioni svolte in totale sicurezza.

Digitalizzazione

VSlide mette insieme gli infiniti e ben noti vantaggi di un microscopio motorizzato con il processo di automazione più moderno e di alta qualità che possiate immaginare. VSlide è in grado di scansionare liberamente tutti i vostri campioni a qualsiasi ingrandimento e con ogni metodica di contrasto a voi più utile. Ciò è possibile grazie al vantaggio di utilizzare un microscopio motorizzato, che può essere liberamente configurato in base alle esigenze ottiche delle vostre osservazioni, insieme ad algoritmi di scansione nuovi ed intelligenti. L'acquisizione lungo l'asse Z può essere riprodotta sui vostri vetrini digitali, offrendovi la libertà di ripercorrere il vostro campione nella sua interezza ed in tutti i suoi dettagli.

L'analisi d'immagine con Metafer è estrememanete semplice. Il sistema legge ed interpreta i codici a barre e configura i processi di scansione in maniera automatica, associando le informazioni sui campioni con gli appropriati algoritmi di scansione e analisi. Dalla prescansione intelligente, capace, cioè, di operare solo dove è presente il tessuto, alla scansione ad alto ingrandimento e risoluzione, Metafer procede in totale autonomia, indipendentemente dalla metodica di contrasto impiegata. Ciò grazie alle motorizzazioni globali del microscopio utilizzato.

Mentre il sistema scansiona, l'immagine virtuale del vostro vetrino viene composta a vostra insaputa in background, senza ritardi e consentendovi di ottenere il vetrino digitalizzato nel più breve tempo possibile. Partendo dal formato proprietario .VSI fino a formati differenti, Metafer VSlide vi offre la possibilità di consultare sempre tutte le caratteristiche proprie dei vostri dati, sia in locale che in remoto attraverso la vostra rete dedicata e sicura o il web.

I file .VSi contengono in sè tutte le informazioni spaziali dei vostri campioni e vi consentono di rilocalizzare agli oculari del microscopio le parti di campioni di vostro interesse in qualsiasi momento. Pertanto, attraverso il visualizzatore di immagini potete segnalare le regioni di interesse e far sì che il sistema torni a scansionare tali regioni ad ingrandimenti successivi o con metodiche di contrasto differenti per poi comparare i risultati con la modalità di affiancamento e sincronizzazione delle immagini. Massima libertà ed ergonomia di impiego sono sempre garantite con il nostro Metafer.

Bisogno di Assistenza?

Visualizzazione

L'accesso ai vostri campioni digitalizzati può essere fatto da qualsiasi computer con sistema operativo Windows ed anche in remoto, grazie al visualizzatore integrato, VSViewer. L'interfaccia è intuitiva e semplice da gestire, fornendo nell'immediatezza tutti gli strumenti necessari per poter operare sui vostri vetrini digitalizzati. Navigare, ingrandire e ridurre le aree di interesse dei vostri campioni può essere fatto semplicemente con l'uso del mouse.

Le coordinate salvate da Metafer, i campi ottici analizzati e su cui avete inserito o meno annotazioni sono tutti sempre visualizzabili nella vostra schermata principale, senza alcun bisogno di cambiare o spostare finestre di navigazione. Le indicazioni sui fattori di ingrandimento, così come i piani di fuoco (nel caso di campioni acqusiti in focus stack) e le coordinate del campione sono sempre perfettamente visibili nella finestra di lavoro. Un menù dedicato alla riscansione di aree specifiche del vostro campione è presente nella lista dei menù sulla schermata di lavoro e consente la selezione rapida delle regioni di interesse per successive scansioni, tenendo sempre traccia di tutte le operazioni richieste all'interno del vostro file, in forma di metadato. Se avete acquisito in fluorescenza e desiderate visionare il vostro campione per singoli canali, è facile trovare il menù preposto a questa funzione subito alla destra della vostra immagine, per operare agevolmente e soprattutto in maniera rapida, al fine di poter far fronte al vostro carico di lavoro senza ritardi dovuti ad aspetti tecnici dello strumento che state impiegando.

Qualsiasi schermata può essere esportata nei formati fotografici più comuni (TIFF, JPG, BMP, GIF) con un semplice click. Queste immagini, però, non sono solo immagini, perchè esse possono contenere, se lo desiderate, informazioni agguntive come i righelli, le annotazioni, le informazioni sul campo ottico di appartenenza ed altri commenti.

Bisogno di Assistenza?

Analisi di Campioni Istologici

MetaSystems ha sviluppato tutti gli strumenti necessari per creare il flusso di lavoro del laboratorio di Anatomia Patologica, dalla preparazione dei vostri campioni istologici in FISH alla loro analisi automatizzata. La combinazione di questi strumenti contempla le sonde FISH MetaSystems per tessuto e la piattaforma innovativa Metafer, flessibile e robusta soluzione per la scansione dei vostri preparati.

Tra tutte le sonde MetaSystems della famiglia XL, alcune sono state ottimizzate per le ibridizzazioni su tessuto e le trovate semplicemente cliccando qui. La loro intensità e specificità dei segnali sono un valido aiuto per l'interpretazione dei quadri clinici nei campioni bioptici da tumori solidi che devono essere analizzati in FISH. Successivamente Metafer consente di digitalizzare i vetrini nella loro interezza per creare il vetrino virtuale da analizzare a schermo e/o condividere in remoto e/o ancora di analizzare automaticamente in maniera tridimensionale i segnali presenti nelle sezioni istologiche preparate in FISH. L'equipaggiamento di Metafer con un lettore di codici a barre e il caricatore robotizzato SlideFeeder x80 vi consentiranno di scansionare e analizzare in totale automazione fino a 800 vetrini in un'unica corsa, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7.

  1. Un flusso di lavoro esemplificativo può svolgersi come segue. Un vetrino preparato per campo chiaro, ad esempio in E&E viene scansionato automaticamente con Metafer. Il Patologo è in grado di selezionare sul vetrino digitale in E&E l'area tumorale che dovrà essere analizzata in FISH.
  2. Il vetrino in FISH (preparato con una o più sezioni seriate appartenenti allo stesso blocchetto bioptico della sezione in E&E) viene scansionato a basso ingrandimento per generare un'immagine panoramica del preparato.
  3. Aprendo in maniera affiancata i due vetrini, è possibile che l'area selezionata venga facilmente trasferita nel vetrino in FISH.
  4. A questo punto Metafer ha tutte le informazioni spaziali per poter iniziare la scansione ad alto ingrandimento e risoluzione del vetrino FISH, per svolgere, contemporaneamente all'acquisizione, l'analisi tridimensionale dei segnali ivi presenti e, infine, fornire il risultato di valutazione delle possibili aberrazioni riscontrate (amplificazione genica, delezioni, traslocazioni, ecc...).
  5. La revisione da parte di uno o più operatori indipendenti può essere fatta per accettare e validare i dati ottenuti automaticamente o per modificarli secondo l'esperienza dei lettori. In ogni caso, ogni cellula analizzata in FISH potrà essere rilocalizzata sia sul vetrino di appartenenza che su quello in campo chiaro (avevamo fatto l'esempio dell'E&E), nel caso in cui i revisori ne avessero necessità.
  6. Tutti i dati così ottenuti, chiaramente riassunti in forma grafica nell'interfaccia di Metafer, potranno anche essere esportati in tutti i formati più comuni o in referti diagnostici personalizzabili.
Bisogno di Assistenza?

TMA - Tissue Micro Array

Benché non utilizzabili per indagini diagnostiche, i TMA sono ancora oggi ampiamente utilizzati in trial clinici e/o in ricerca, e rappresentano una preparazione di laboratorio dei campioni istologici che consente di risparmiare materiale consumabile e nel contempo preparare una grande quantità di campioni in poco tempo. Tuttavia, l'analisi dei TMA è decisamente lunga e laboriosa e richiede una notevole attenzione da parte dei professionisti del settore, per via proprio della gran mole di tessuti che costitutiscono le centinaia di core presenti sul vetrini.

Per tutte le ragioni suddette, Metafer viene in aiuto agli operatori dei laboratori di Anatomia Patologica e affini per consentire di automatizzare completamente il processo di indagine svolto su questa tipologia di campioni complessi ma al contempo garantire la massima sicurezza del risultato, attraverso l'associazione digitale tra i core reali e quelli digitali creati in anteprima, nonché applicando ad ogni core una specifica etichetta identificativa che eviterà lo scambio con qualsiasi altro core presente sul vetrino. Il vantaggio di un'identificazione core-specifica si apprezza anche nei processi analitici che possano richiedere l'esigenza di combinare i risultati provenienti da core paziente- o tessuto-specifici tra loro. La flessibilità di Metafer consente di approcciare e risolvere tutte le tipologie di problematiche tecniche, garantendo sempre la massima univocità nell'origine dei dati prodotti.

Bisogno di Assistenza?

Probes for Tissue Sections

Our sister company MetaSystems Probes introduces a probe panel covering a subset of the most relevant chromosomal loci associated with the development of sarcomas. All probes are intended for hybridization on methanol/acetic-acid fixed cells and formalin-fixed, paraffin-embedded (FFPE) tissue sections. In combination with the optimized TissueFISH Pretreatment Kit, this panel is the perfect supplement to any MetaSystems device for tissue analysis.

On the web site of MetaSystems Probes you can find a list of all probes available for tissue FISH.

Bisogno di Assistenza?

Downloads